Animali in visita ai padroni ricoverati al San Martino di Genova

L’AVANGUARDIA DELL’OSPEDALE SAN MARTINO DI GENOVA

Cani, gatti e conigli (altre specie non sono autorizzate) possono far visita ai loro cari amati padroni ricoverati presso l’Ospedale SAN MARTINO DI GENOVA!!!

_______________________________________________

 

Animali da compagnia ammessi in corsia durante le ore di visita ai pazienti ricoverati è la meravigliosa e mitica innovazione annunciata da “Il Secolo XIX” ed è attiva già dallo scorso dicembre!

Cani, gatti e conigli (altre specie non sono autorizzate) potranno far visita ai loro cari amati padroni ricoverati presso l’Ospedale SAN MARTINO DI GENOVA!!!

Per accedere occorrerà fare richiesta al personale medico almeno un giorno prima, sarà necessaria un po’ di burocrazia ovvero l’assenso degli altri pazienti ricoverati nella stessa stanza, il libretto sanitario della bestietta, un certificato medico attestante la buona salute dell’animaletto rilasciato da veterinario negli ultimi 15 giorni e per i cagnolotti anche l’assicurazione. Ovviamente oltre a guinzaglio e museruola è d’obbligo portare  paletta e sacchetti per la raccolta delle eventuali deiezioni.

La direzione sanitaria avrebbe preso la decisione – scrive il quotidiano genovese – dopo un episodio accaduto nell’ottobre scorso, quando un usciere tentò, inutilmente, di bloccare un visitatore che voleva portare ad un’ammalata terminale, ricoverata nell’hospice del padiglione Maragliano, il suo cagnolino per un ultimo saluto. Il direttore sanitario ha così studiato la questione ed ha stilato una bozza del regolamento, nel quale si ricorda che la pet therapy è ormai riconosciuta anche a livello scientifico.

Per maggiori informazioni sulla pet therapy vi consiglio di dare una rapida lettura al breve contenuto di questo link http://www.difossombrone.it/usodelcane/main03pettherapy.htm

 

(adotta un amico begins – L’eco della Riviera del 4 febbraio 2010)

Animali in visita ai padroni ricoverati al San Martino di Genovaultima modifica: 2010-04-23T11:28:00+00:00da aquea
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento